Isola dei conigli

Porto Cesareo

A poche centinaia di metri dalla costa di Porto Cesareo troviamo diversi isolotti, di piccola o media dimensione, che caratterizzano non poco questa zona balneare. Fra queste quella senz’altro più nota è certamente l’Isola dei Conigli.

Il nome, del tutto originale, è una conseguenza di un’usanza ormai svanita: sull’area in epoche passate veniva eseguito l’allevamento di diverse tipologie di bestiame, fra cui quello dei conigli.

Il nome ufficiale, riportato sulle carte nautiche, è quello di Isola Grande, date le maggiori dimensioni dell’isola rispetto alle altre che compongono il piccolo ‘arcipelago’.

L’Isola dei Conigli rientra nell’Area Marina Protetta di Porto Cesareo, di cui rappresenta uno dei gioielli più preziosi, anche grazie alla splendida spiaggetta presente. E se stare distesi al sole non basta, il mare è lì, a pochi metri. L’acqua è limpida, il contesto naturale è tra i migliori e anche i fondali sono lì pronti per essere esplorati e ammirati. Un motivo in più per farsi ammaliare dal fascino dell’isola!

L’isoletta, lunga 2,5 Km e larga circa 400 metri, si eleva per 2 metri sopra il livello del mare e dista circa 1 km dal vicino porto di Porto Cesareo.

Numerosi ritrovamenti di cocci di anfore e vasi, frammenti di marmi ed ancore testimoniano come in passato questo territorio a ridosso del porto, venisse utilizzato come scalo intermedio per lo scambio di merci artigianali. Scambi che poi si concludevano presso il porto o a riva.

L’Isola dei Conigli è oggi una delle più visitate mete turistiche del Salento per via del fantastico mare.

Lungo la riva numerose imbarcazioni di pescatori o privati sono a disposizione dei visitatori che, con pochi euro, posso raggiungere l’isola.

I più sportivi possono percorrere a nuoto il tragitto, approfittando del fatto che per gran parte della lunghezza del percorso è possibile fermarsi, appiedare e riprendere fiato.

Una volta giunti, lo spettacolo è assicurato: una ricca vegetazione, caratterizzata dalla macchia mediterranea, una pineta di pini d’Aleppo e cipressi, creano un angolo di paradiso in cui ripararsi dalla calura estiva.

Curiosità

Negli anni ’50 il Corpo Forestale eseguì un’opera di rimboschimento per salvaguardare la qualità del territorio e garantire la biodiversità tipica delle zone mediterranee.

Altri Luoghi da scoprire

Porto Selvaggio

Porto Selvaggio

Paesaggio incontaminato, mare cristallino e una pineta di maestosi pini d’Aleppo. Dal 2007 fa parte del FAI

leggi tutto